HOME

Cappella Casa

Maria Immacolata

Cappella Ist. Castorani

Cappella Cerulli

Cappella

De Bartolomei

Cappella Gasbarrini

Chiesa della Misericordia

Istituto Gualandi

Natività

di Maria Vergine

Piccola Opera Charitas

San Domenico

San Flaviano

San Gabriele

San Giuseppe

San Pietro Apostolo

San Rocco

Sant'Anna

Sant'Antonio

Santa Lucia

Santa Maria a Mare

Santa Maria dell'Arco

Santo Volto

Santuario Madonna

dello Splendore

SS.ma Trinità

 

La Chiesa della Natività di Maria Vergine

 

Ubicazione : Giulianova - Via G. Galilei angolo Via Thaon di Revel

Anno di costruzione : 1903

 

A Giulianova Lido (Teramo) troviamo la Chiesa della Natività di Maria Vergine. Si tratta di una chiesa di costruzione moderna eretta nel 1903 e consacrata il 30 luglio 1911 dal Vescovo Mons. Zanecchia. Divenne parrocchia autonoma solo nel 1927 ed il primo parroco, in carica fino al 1932, fu don Camillo Ottaviani. Ristrutturata nella prima metà degli anni ottanta dello scorso secolo, venne riaperta al culto l’8 dicembre 1984. Ha una struttura imponente con copertura a capanna e la facciata è impreziosita da un bel frontone e da un motivo con archi a tutto sesto che sovrastano il semplice portone. A destra del corpo di fabbrica trovano posto i locali della casa canonica, mentre a sinistra, sempre accorpati con la chiesa, ci sono altri locali, un tempo utilizzati dall’Azione Cattolica, e la sagrestia. La piazzetta antistante è intitolata a Don Raffaele Baldassarri (1877-1965), che fu parroco in questa chiesa dal 1° novembre 1934 (seppur incaricato ufficialmente nel 1936) al 12 gennaio 1960. In un campanile a vela sul lato posteriore sinistro della chiesa trova posto una campana. L’interno è a navata unica che si conclude con una grande abside dove trova posto l’altare. Il presbiterio, fino a quando la chiesa non è stata restaurata, era separato dalla zona riservata ai fedeli da una bella balaustra in marmo, oggi scomparsa; la separazione ora è invece effettuata da due gradini. In una teca a muro dietro l’altare si trova una statua del Cristo con la scritta “Cor Jesu veniat regnum tuum”, mentre in un angusto locale appena dopo l’ingresso è esposta una piccola statua raffigurante la Madonna bambina ancora in fasce, cui è consacrata la Chiesa. In una teca in prossimità dell’altare trova invece posto la statua della Madonna del Porto Salvo, acquistata nel 1942 per sostituire la precedente, in cartapesta, realizzata nel 1912. Protettrice dei marinai, è particolarmente venerata dai giuliesi ed in suo onore ogni anno la seconda domenica di agosto si celebrano solenni festeggiamenti, culminanti in una caratteristica processione in mare delle barche da pesca, tradizione che dura dal 1936. La grande devozione si concretizza inoltre con la presenza di una statua bronzea della Madonna, opera dell’artista naturalizzato giuliese Ulderico Ulizio (1888-1979) posta in una nicchia all'ingresso del molo nord del porto. A fianco ad essa, nel tempo, sono state poste  lapidi per commemorare coloro che al mare hanno pagato il proprio tributo di vita, le cui anime, simbolicamente, sono affidate dai famigliari alla Madre Celeste. L’evento funesto più recente per Giulianova è quello che nel 1995 vide la perdita di Lorenzo e Giorgio Serafini, ma purtroppo non sono pochi i Caduti del Mare.

Orario S. Messe: ore 7,00 sia festivi che feriali

 

(info:085.8008407)

   

Chiesa della Natività di Maria Vergine: esterno

Chiesa della Natività di Maria Vergine: esterno

Chiesa della Natività di Maria Vergine: inerno

Chiesa della Natività di Maria Vergine: Statuetta della Madonna Bambina Chiesa della Natività di Maria Vergine: statua della Madonna del Porto Salvo
Edicola con la statua della madonna del Porto Salvo all'ingresso del Molo Nord Lapide all'ingresso del Molo Nord Madonna del Porto Salvo: processione a mare Madonna del Porto Salvo: processione a mare Madonna del Porto Salvo: processione a mare

www.paesiteramani.it - webmaster: Francesco Mosca - info@paesiteramani.it

Le fotografie ed i testi sono di Francesco Mosca. Le immagini presenti in questo sito possono essere liberamente copiate, utilizzate e distribuite
purchè non a fini di lucro e purchè, in caso di utilizzo, se ne citino l’autore e la fonte.