HOME

Cappella Casa

Maria Immacolata

Cappella Ist. Castorani

Cappella Cerulli

Cappella

De Bartolomei

Cappella Gasbarrini

Chiesa della Misericordia

Istituto Gualandi

Natività

di Maria Vergine

Piccola Opera Charitas

San Domenico

San Flaviano

San Gabriele

San Giuseppe

San Pietro Apostolo

San Rocco

Sant'Anna

Sant'Antonio

Santa Lucia

Santa Maria a Mare

Santa Maria dell'Arco

Santo Volto

Santuario Madonna

dello Splendore

SS.ma Trinità

 

La Chiesa di Santa Maria dell'Arco nella struttura "Villa Fiorita"

Ubicazione : Giulianova - Via Ripoli

Anno di costruzione : 1968

 

 

La Chiesetta di Santa Maria dell’Arco si trova in Via Ripoli nell’entroterra di Giulianova, nei pressi dell’omonima contrada, che si trova invece in territorio di Mosciano S. Angelo. Di proprietà della famiglia teramana dei Giordani fino al 1939, fu acquistata, quale pertinenza della bella villa cui è annessa, da Gaetano Paolone, facoltoso esponente di un’antica famiglia di Mosciano. L'intero complesso edilizio, costituito da tre grandi corpi di fabbrica più la chiesetta, fu mantenuto nel patrimonio di famiglia da suo figlio Filippo fino al 2000, quando fu ceduto alla famiglia Oliveri. Oggi, dopo un ottimo ed elaborato restauro, è divenuto un elegante e ricercato complesso ricettivo alberghiero cui è stato dato il nome di Villa Fiorita. Il colle su cui sorge è noto fin dal 1430 per un drammatico episodio, giacchè riferiscono le cronache che il Duca d’Atri Giosia Acquaviva da poco signore di Teramo fece impiccare 13 suoi avversari politici “...nelle vicinanze della Chiesa di S. Maria dell’Arco”. L’antica chiesetta è andata distrutta, ma in quei pressi, nella tenuta Paolone appunto, la moglie di don Gaetano volle edificarne un’altra, intitolandola allo stesso modo, quale voto per la protezione richiesta alla Madonna, ed evidentemente ottenuta, durante la Seconda Guerra Mondiale. La nuova chiesetta fu ultimata nel 1968 e nella sua costruzione furono utilizzati resti della vecchia Chiesa rinvenuti anni addietro in quei pressi, come pezzi di colonne ioniche in travertino ed un architrave rinascimentale.

Oggi la chiesetta si presenta ad aula unica priva di abside; nella minuscola zona presbiteriale, rialzata di un gradino, trova posto un sobrio altare, dietro cui campeggia una bella Pala; essa è costituita da 102 piastrelle in ceramica su cui Emilia Paolone nel 1970 ha dipinto una Madonna sotto un arco che ha alle sue spalle il mare ed il Gran Sasso. Sulla parete dietro l'altare campeggia un bel crocifisso stilizzato, mentre su quelle laterali, su ciascuna delle quali si affacciano due grandi finestre con arco a tutto sesto, pendono raffigurazioni classiche delle "stazioni" della Via Crucis. Il tetto è a capanna, realizzato in travi di legno a vista. Su un piccolo campanile a vela trova posto una campana, realizzata nelle famose fonderie di Agnone (Isernia).

 

(info: 085.8071902 – Villa Fiorita)

   

Chiesa di Santa Maria dell'Arco nella struttura "Villa Fiorita"

Chiesa di S. Maria dell'Arco nella struttura Villa Fiorita

Chiesa di Santa Maria dell'Arco nella struttura "Villa Fiorita"

Chiesa di Santa Maria dell'Arco nella struttura "Villa Fiorita"

Chiesa di Santa Maria dell'Arco nella struttura "Villa Fiorita"

Chiesa di Santa Maria dell'Arco nella struttura "Villa Fiorita" Chiesa di Santa Maria dell'Arco nella struttura "Villa Fiorita" Chiesa di Santa Maria dell'Arco nella struttura "Villa Fiorita": Pala dell'Altare Chiesa di Santa Maria dell'Arco nella struttura "Villa Fiorita" Chiesa di Santa Maria dell'Arco nella struttura "Villa Fiorita"

www.paesiteramani.it - webmaster: Francesco Mosca - info@paesiteramani.it

Le fotografie ed i testi sono di Francesco Mosca. Le immagini presenti in questo sito possono essere liberamente copiate, utilizzate e distribuite
purchè non a fini di lucro e purchè, in caso di utilizzo, se ne citino l’autore e la fonte.